u n i g e . i t - Informatica a Genova

Corsi di Laurea in Informatica - Computer Science Degrees

DIBRIS - Valle Puggia

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Studiare informatica

E-mail Stampa PDF

Cos'è l'Informatica?

La parola suggerisce che l'obiettivo è l'informazione, e più precisamente la rappresentazione, l'archiviazione, e l'elaborazione dell'informazione. 
Questo include situazioni molto diverse, quali il calcolo dell'orbita di un pianeta (l'informazione, di tipo astronomico, è rappresentata da dati numerici e l'elaborazione è quella effettuata dal procedimento di calcolo) e una diagnosi eseguita al calcolatore (l'informazione, di tipo medico, è rappresentata da "formule" di tipo logico e l'elaborazione corrisponde ad un processo di "deduzione"). 
Ai giorni nostri, lo sviluppo delle reti di calcolatori (Internet in particolare) ha portato in primo piano la diffusione dell'informazione e l'integrazione tra varie forme di rappresentazione (testo, immagine, filmato, audio, ...).

Il termine inglese, computer science, sposta l'enfasi sullo strumento, il calcolatore (o la rete di calcolatori): l'informatica è la scienza che studia principi, progettazione, realizzazione, uso dei calcolatori.

t computationalthinking

Le due visioni si completano e forniscono un'idea abbastanza corretta; ad esempio, sotto la voce uso rientrano gli studi relativi agli strumenti che permettono di utilizzare i calcolatori, quali i linguaggi di programmazione e i metodi di progettazione del software, e gli studi relativi a particolari domini applicativi, quali le basi di dati e la grafica.

L'informatica è una scienza applicata: da una parte ci sono obiettivi concreti, visibili, e dall'altra parte c'è una teoria in continua evoluzione, con radici nelle scienze matematiche e fisiche. Nello studio e nella ricerca in informatica c'è ampio spazio sia per le persone più interessate alle realizzazioni pratiche (ma sempre meno spazio per chi vuole solo "smanettare"!), sia per quelle più orientate verso la formalizzazione e gli sviluppi teorici (mantenendo però il contatto con le applicazioni).

Per avere un'idea di alcuni argomenti di ricerca in informatica, sui quali si è lavorato o si sta lavorando a Genova (e che, in parte, vengono affrontati nei corsi previsti per le lauree), si possono vedere le pagine sul sito del Dipartimento.

 

 

Laurearsi in Informatica ... perché?

Diventa di giorno in giorno più evidente l'impatto dell'informatica sulla qualità della vita, in ogni suo aspetto: dalle piccole comodità quotidiane (comunicazione, gestione elettrodomestici, condivisione dell'informazione, ottimizzazioni delle macchine...), alle infrastrutture sociali (gestione bancaria, ospedaliera, delle reti elettriche e ferroviarie...), all'allungamento della speranza di vita (diagnostica supportata dal calcolatore, nanotecnologie per la cura e la rimozione dei tumori...). Laurearsi in informatica vuol dire prendere parte attiva a questo processo di modernizzazione e miglioramento, sia che si intenda applicare quanto appreso nel mondo del lavoro industriale e dei servizi, sia che si preferisca partecipare all'avventura dello sviluppo di nuove tecnologie e metodologie proseguendo gli studi col dottorato e dedicandosi alla ricerca.

Gli obiettivi del Corso di Laurea in Informatica sono: fornire una preparazione tecnica che consenta un immediato inserimento nel mondo del lavoro, nel settore delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione; fornire una solida preparazione culturale che permetta di affrontare il rapido evolversi del settore e di proseguire gli studi universitari. Tali obiettivi possono risultare non immediatamente compatibili e quindi sono previsti due curricula, ciascuno dei quali persegue principalmente uno degli obiettivi. La laurea Magistrale in Informatica fornisce vaste e approfondite competenze teoriche, metodologiche, sperimentali e applicative nelle aree fondamentali dell'informatica, grazie a insegnamenti che presentano rigorosamente gli aspetti concettuali delle singole discipline, corredandoli con esperienze pratiche che permettono di correlare quanto appreso a livello teorico alle corrispondenti tecnologie realizzative.computer-science

I docenti degli insegnamenti sono ricercatori che svolgono la loro attività in ambito internazionale. Questo garantisce che i contenuti scelti per gli insegnamenti siano sempre all'avanguardia e facilita l'inserimento nella comunità internazionale, per chi vuol fare della ricerca la propria strada, o per chi semplicemente vuol fare un'esperienza di studio all'estero durante il periodo degli studi, mediante un programma Erasmus.

D'altra parte, continui contatti col mondo del lavoro fanno sì che la formazione dei nostri studenti li renda estremamente appetibili sul mercato del lavoro. La possibilità di svolgere tirocini e tesi presso aziende permette di familiarizzarsi col mondo produttivo ancora durante gli studi e di conoscere alcune realtà locali, facilitando la scelta fra le offerte lavorative al termine degli studi.

Le tecnologie informatiche e della comunicazione costituiscono la spina dorsale di tutta l'economia dei paesi industrializzati. Le prospettive di occupazione per i laureati e i laureati magistrali in Informatica sono dunque ottime! Ambienti tipici di occupazione sono: il settore amministrativo (banche, enti pubblici, imprese), quello industriale (progettazione,
installazione e gestione di sistemi informatici di supporto a progettazione, produzione, distribuzione), quello, molto dinamico, delle ditte specializzate in servizi informatici e la libera professione. La differenza tra il laureato e il laureato magistrale non è legata al settore di occupazione, ma al livello di responsabilità, autonomia, remunerazione, decisamente maggiori se si è in possesso di una laurea magistrale. Un laureato magistrale in informatica ha quindi come naturale sbocco occupazionale le professioni dedicate alla progettazione, organizzazione, gestione e manutenzione di sistemi informatici complessi o innovativi (con specifico riguardo ai requisiti di affidabilità, prestazioni e sicurezza). Tali attività possono essere intraprese come libero professionista, consulente o dipendente sia in imprese produttrici nell'area ICT, sia nelle imprese, nelle pubbliche amministrazioni e, più in generale, in tutte le organizzazioni che utilizzano sistemi informatici complessi. Infine, vi sono buone possibilità di inserimento in ambienti di ricerca avanzata, soprattutto all'estero, per le persone in possesso della laurea magistrale e del dottorato di ricerca. In ogni caso, qualsiasi siano le propensioni personali, al momento attuale un laureato in informatica non deve temere la disoccupazione, ma può plasmarsi un futuro stimolante.

Attachments:
FileDescrizioneFile sizeUltima modifica
Download this file (poster_AB_70-100.pdf)Poster Corsi di Studio 4151 Kb11/26/14 18:00
Download this file (triennaleAB.pdf)Depliant Corsi di Studio 4263 Kb11/26/14 18:01